Teleriscaldamento nei Condomini una forma alternativa di riscaldamento

23 Marzo 2014

 

Il teleriscaldamento, è un’innovazione consistente in un trasporto di acqua calda dalle centrali termiche ai condomini.

La centrale termica produce acqua calda alla temperatura di 118°C trasportata nelle condutture a uno scambiatore di calore, (che sostituisce la caldaia), per poi scaldare gli appartamenti, scendere alla temperatura di raffreddamento di 68°C, e tornare alla centrale per essere nuovamente riscaldata.

Non stiamo parlando di un futuro lontano ma di un servizio attivabile per tutti i condomini con impianto centralizzato e per le le case unifamiliari che si trovano nei comuni dove passano i tubi del teleriscaldamento (unica condizione indispensabile).

In Italia sono 145 i comuni che utilizzano questa forma alternativa di riscaldamento.

I vantaggi:

  • la sicurezza, utilizzando acqua non c’è pericolo di scoppi;
  • non sono necessarie canne fumarie di scarico;
  • sono ridotti al minimo i costi di manutenzione dell’impianto condominiale;
  • il costo è mediamente inferiore a quello del gas naturale.

Indice:

Contattaci

Hai domande? Scrivici senza impegno!

Condividi Questo Articolo

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Cannabis in condominio

La coltivazione in appartamento condominiale per uso personale è possibile purché in quantità minima. Dal 19 dicembre è possibile coltivare per uso personale in Condominio.

Leggi Tutto »

Richiedi un Preventivo

Richiedi un preventivo gratuito per conoscere le nostre tariffe e i servizi di amministrazione condominiale.