E’ leggittimo un tariffario per gli amministratori di condomino ?

3 Aprile 2014

La Confiac, Confederazione Italiana delle associazioni condominiali, ha pubblicato sul suo sito un elenco dettagliato che a partire dal 1/1/2013 stabilisce per i suo associati un tariffario composto di due tabelle:

  • “Tariffario per la determinazione del compenso ordinario” e
  • “Tariffario compenso attività straordinaria”.

Per questo motivo la Confiac è stata oggetto di un’istruttoria da parte dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato per valutare se le tariffe minime degli amministratori condominiali determinino una restrizione della concorrenza che si dovrà concludere con una sentenza entro il 31 dicembre 2014.

L’Autorità, ha già dichiarato in passato l’illeggittimità e l’inefficacia dei tariffari (violazione dell’art. 2 della legge n. 287/90) di FIABS, AIACI, ANAI ed ALAC-CONFAPPI che prevedevano nelle clausole statutarie degli iscritti l’applicare dei tariffari .

C’è da sottolineare che i tariffari della Confiac diversamente da caso precedente, hanno uno scopo indicativo per gli amministratori di condominio e non un obbligo

Aderenti alla Confiac:

  • ANAP
  • CESCOND
  • FNAI
  • USPI

FONTE: www.Condominioweb.com

Indice:

Contattaci

Hai domande? Scrivici senza impegno!

Condividi Questo Articolo

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Richiedi un Preventivo

Richiedi un preventivo gratuito per conoscere le nostre tariffe e i servizi di amministrazione condominiale.