Pagamento in contati delle rate condominiali all’Amministratore

26 Marzo 2014

 

Con la riforma del condominio, l’amministratore è obbligato ad utilizzare un conto corrente condominiale (art. 1129), pena, la revocare del mandato da parte dell’assemblea condominiale, o del singolo condòmino, attraverso l’autorità giudiziaria.

Detto questo, tutte le somme in entrata e in uscita devono transitare sul conto corrente condominiale. Quindi, anche nel caso di riscossione delle quote condominiali in contanti, è fatto obbligo da parte dell’amministratore il versamento di tali rate in banca.

Di conseguenza, non sono ammessi pagamenti in giroconto in contanti che non lascino traccia evidente dei movimenti in entrata è in uscita.

 

Indice:

Contattaci

Hai domande? Scrivici senza impegno!

Condividi Questo Articolo

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Cannabis in condominio

La coltivazione in appartamento condominiale per uso personale è possibile purché in quantità minima. Dal 19 dicembre è possibile coltivare per uso personale in Condominio.

Leggi Tutto »

Richiedi un Preventivo

Richiedi un preventivo gratuito per conoscere le nostre tariffe e i servizi di amministrazione condominiale.