Cane senza guinzaglio in condominio

12 Gennaio 2019

Cane senza guinzaglio in condominio

“Lasciare il proprio cane senza guinzaglio può costituire una limitazione non consentita del diritto di utilizzo degli spazi comuni.”

E’ frequente in condominio la presenza di possessori di cani. Indipendentemente se il condominio è in possesso esclusivo di una corte, un giardino, ma anche un androne, questi sono considerati beni e spazi comuni.
Essendo beni condominiali devono essere fruibili a tutti compresi i nostri amici animali, questo è stato ribadito anche nella recente riforma condominiale del 2012 (art. 1138). Anche se è presente nel regolamento di condominio, non è possibile impedire a una persona di possedere un cane e neanche di non farlo transitare o sostare negli spazi comuni, ma è possibile obbligare un proprietario di un cane di utilizzare il guinzaglio nelle parti comuni dell’edificio
Ricordiamo l’art. 1102: purché non si impedisca agli altri partecipanti di farne parimenti uso e quindi se lasciare i cani in libertà nelle parti comuni limita altri condomini, si sta negando un diritto.

Leggi e articoli di riferimento:
• Legge 2012 riforma del condominio art. 1102
• Ordinanza del Ministero della salute del 6 agosto 2013 prevenzione di danni o lesioni a persone nelle aree urbane e nei luoghi aperti al pubblico.

FONTE: il sole 24 ore

Indice:

Contattaci

Hai domande? Scrivici senza impegno!

Condividi Questo Articolo

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Calcola Preventivo

Calcola un preventivo per conoscere le nostre tariffe.

Stima costi condominiali annuali: Calcola