Amministratore di condominio non mostra i documenti

3 Maggio 2019

Amministratore di condominio non mostra i documenti

In presenza di gravi irregolarità, se l’amministratore non rispetta la legge, è revocato.

Il condominio o singolo condòmino ha tutto il diritto di prendere visione dei documenti giustificativi di spesa, e l’amministratore deve garantire l’accesso alla documentazione, nonché dare la possibilità di estrarne copia cartacea o digitale.

Succede, anche troppo spesso che nonostante le richieste verbali o inviate previa raccomandata, l’amministratore neghi la visione di tale documentazione. Questo atteggiamento si configura in una “grave irregolarità”, tanto da dare la possibilità al condominio o singolo condòmino di rivolgersi al giudice.

ATTENZIONE: Il ricorso al giudice non è per avere la possibilità di entrare in possesso dell’esibizione della documentazione, ma per ottenere la revoca giudiziaria dell’amministratore.

Cosa fare se l’amministratore si oppone alla visione della documentazione

Innanzitutto occorre l’onere della prova che spetta al condòmino o condominio da presentare al giudice, come?

  • Raccomandata di richiesta o in alternativa via PEC;
  • Successivamente inoltrare una lettera di diffida da parte di un legale;
  • Esibire la documentazione 1) e 2) davanti al giudice dimostrando la formulazione delle richieste.

A questo punto il condominio o singolo condòmino deposita un ricorso per decreto ingiuntivo di richiesta di condanna dell’amministratore reticente alla consegna della documentazione.

Il decreto ingiuntivo è diretto all’ amministratore che ha accettato la nomina secondo quanto stabilito dall’ art. 1130 comma 6) e 7) l’amministratore comunica il luogo dove vengono custoditi i registri condominiali e i giorni in cui è possibile prenderne visione.

Inoltre all’art. 1713 cod. civ. l’amministratore come mandatario deve rendere conto del suo operato, anche attraverso i documenti condominiali.

Ne segue che l’amministratore sarà rimosso dal suo incarico per gravi irregolarità derivanti dalla sua professione.

La revoca d’ufficio è sottoposta alla valutazione del giudice.

Il passaggio di consegna al nuovo amministratore

La documentazione, proprio per quanto dettato dall’art. 1713, dovrebbe essere consegnata al condominio che poi provvederà a consegnarla all’amministratore subentrante, con il quale inizierà un nuovo rapporto giuridico contrattuale.

Indice:

Contattaci

Hai domande? Scrivici senza impegno!

Condividi Questo Articolo

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Richiedi un Preventivo

Richiedi un preventivo gratuito per conoscere le nostre tariffe e i servizi di amministrazione condominiale.